Luca Maffia

Nonostante i ripetuti reclami e contestazioni, Luca Maffia suo malgrado nasce.
Classe 1998, fin da bambino il giovine rampollo manifesta disagio e insofferenza nei confronti della società del tempo, da cui viene sempre più escluso e isolato.
Non avendo nulla di meglio da fare sceglie di annegare la propria sofferenza nel cibo, nella droga e nel disegno rendendosi conto di saperci fare, nella droga si intende.
Si avvicina al mondo del fumetto già dalla tenera età, legge soprattutto Rat Man e Rat Man, dopodichè scopre ahimè l’esistenza di Obata, e da li in poi sarà solo un declino.
Ama leggere, e disegnare, i fumetti dark, fantascientifici e cupi, cresce con autori come Shiro Miwa, Nihei, Obata, Asano, Oh!great, che è troppo pigro per controllare siano scritti correttamente.
Frequenta il liceo artistico e purtroppo ancora lì sta; se tutto andrà come deve andare spera di frequentare un’accademia di fumetto e finire a friggere patatine.
Come si nota non ha una biografia esaustiva, visto che è nato praticamente l’altro ieri.

Per Upper Comics sta sviluppando Aethernal, fumetto Sci-Fi, con inquietanti inclinazioni Cyberpunk.