Sono cresciuta in questa piccola casa, in un’era in cui il Giappone
aveva cominciato a guarire dalle ferite della guerra e
quando ancora si viveva nella bontà delle tradizioni.
Un’autrice racconta in modo intimistico la propria infanzia
nel Giappone degli anni ‘50 e ‘60, analizzando i risvolti del
rapporto con la sua famiglia, con la sua nazione d’origine e
con l’ambiente che la circonda, tutto narrato dalla casa in
cui è cresciuta.

Midori Yamane, mangaka famosa nel paese del Sol Levante
dagli anni ‘70, ci regala un’opera autobiografica introspettiva
di rara eleganza, raccontata con coscienza di sé e di
quello che è stata, anche con un po’ di nostalgia.

– Un posto dove vivere;

Midori Yamane
Biografia
Slice of life/Istruttivo/Dramma
Si può tornare bambini anche con un fumetto

Preview

L’autore

Nata a tokyo nel 1954, l’anno del cavallo e sotto il segno dei pesci. Da quando ha imaparato a leggere è entrata nel mondo dei manga. Si laurea presso l’università femminile delle Belle Arti “Joshi Bijyutsu Daigaku”. Viaggia in Europa del sud nel 1978 e s’innamora dell’Italia quando ci torna l’anno successivo. Fatale. Visto che vive ancora in Italia. Negli anni novanta lavora come redattore esterno della redazione settimanale Morning della Kodansha per un progetto, “Autori non giapponesi creano opere ex novo per il mercato giapponese”. Gli autori trattati sono Igort, Leila Marzocchi, Marcello Jori, Giuseppe Palumbo. Nel frattempo, per pochi anni, ha pubblicato un “saggio-manga”, basato sulla vita reale quotidiana, dal titolo “La vita di Roma”. Dopo la chiusura del progetto, collabora come docente del seminario la narrazione e tecniche Manga presso la Scuola Internazionale di Comics ed è stata traduttrice per la Marvel Italia e Coconino Press. Una volta appresa l’esistenza del progetto Upper Comics si offre di arricchirlo con la sua opera “Un posto dove vivere“, interessante autobiografia che racconta in modo intimistico la sua infanzia nel Giappone degli anni ’50 e ’60. E con la sua infinita esperienza da Editor, curando la revisione di molti fumetti. Si definisce “manga-editor”, cerca di trasmettere la sua conoscenza della struttura dei manga ai presunti fumettisti ma anche a chi non interessa il manga, perché la tecnica della narrazione dei manga è quella della regia.

Scopri di più sul nostro store:

Visualizzazione del risultato

La Colonna Sonora